Serve aiuto? Scrivici a: [email protected] | Lun – Ven dalle 9:00 alle 18:00

Caterina

Beauty Expert

Caterina

Beauty Expert

Crema per punti neri efficace, guida alla scelta

Come ribadito e specificato a più riprese, l’unico metodo valido per eliminare dal nostro volto i tanto odiati punti neri consiste nell’affidarsi ad un apposito aspiratore, perfettamente in grado di rimuovere gli accumuli di sebo depositati nei comedoni aperti e di ricompattare, al contempo, un’epidermide ormai priva di elasticità e soggetta a frequenti recidive.

Se i cerotti, infatti, risultano un rimedio troppo blando ad un problema complesso (vedi articolo), lo schiacciamento manuale rischia di produrre danni abnormi e le black mask si limitano ad ammorbidire la pelle; Xpores centra l’obiettivo e previene i fastidiosi effetti collaterali legati all’impiego di altre presunte soluzioni.

Una volta stabilito, dunque, che Xpores rappresenta l’unico vero rimedio ai punti, perché dedicare un intero articolo alle creme per punti neri? Ti starai senz’altro domandando.

Un attimo di pazienza e ti svelerò l’arcano.

Per quanto Xpores rappresenti un’ottima soluzione all’insorgenza e alla recidive dei punti neri, il dispositivo garantisce una maggior efficacia e un livello di protezione dell’epidermide massimo se utilizzato congiuntamente ad una crema per punti neri.

L’azione abbinata di Xpores con una crema per punti neri ottimizza i risultati

L’impiego di una crema per punti neri, al termine di ogni seduta domestica effettuata con Xpores, aiuta infatti a massimizzare i vantaggi del dispositivo e limitare quei minimi effetti collaterali (legati a temporaneo rossore) che potrebbero presentarsi in seguito all’impiego dell’aspiratore.

Spalmare un’apposita crema per punti neri dopo aver rimosso per intero il sebo contenuto nei comedoni aperti tramite Xpores andrà quindi, da un lato, a conferire sollievo alla pelle al termine della “battaglia” e, dall’altro, a migliorarne l’elasticità, in ottica di prevenire la comparsa dei comedoni aperti.

Considerate sempre Xpores come parte integrante di una beauty routine a 360 gradi e cercate di creare il vostro bagaglio cosmetico personale, proprio a partire dal dispositivo in questione.

Esattamente come un terreno appena arato necessita di sementi ed irrigazione per dare i suoi frutti; Xpores rappresenta il metaforico aratro nella lotta ai punti neri: l’aspiratore è lo strumento principe del processo, ma non l’unico.

Questa metafora dal sapore georgico per cercare di spiegarvi come un singolo strumento, per quanto efficace, non risulta quasi mai sufficiente al raggiungimento di un obiettivo piuttosto complesso.

Dato che l’eliminazione dei punti neri rientra a pieno titolo nella categoria “obiettivi complessi”, armatevi di pazienza e preparatevi a comprendere perché l’impiego di una crema per punti neri può rivelarsi più che utile al nostro scopo.

Cosa si intende per crema per punti neri

crema per i punti neri

Come ho premesso, l’applicazione di un’apposita crema per punti neri deve avere luogo in sede di post-utilizzo di Xpores e deve necessariamente tenere presente le peculiarità del dispositivo adottato.

L’obiettivo della nostra crema per punti neri non è dunque quello di rimuovere i comedoni aperti (operazione vana, tramite una singola crema), ma quella di lenire l’eventuale rossore legato all’utilizzo e di agire sulle strutture intime dell’epidermide, per impedire che i comedoni rimangano di nuovo aperti, favorendo la sedimentazione del sebo al loro interno.

Dato che, cioè, la crema per punti neri che andremo ad adottare non ha il compito di rimuovere dal nostro volto i comedoni aperti, interamente già rimossi da Xpores, ma quello di ridare elasticità perduta alla pelle, il primo consiglio che voglio darvi è quello di evitare prodotti dal potenziale esfoliante.

Evita i prodotti dal potenziale esfoliante

Se provate a digitare su Google la chiave di ricerca “crema per punti neri” vi imbatterete in una miriade di suggerimenti finalizzati proprio alla ricerca di un prodotto cosmetico dal potenziale esfoliante.

Non fatevi ingannare: la tipologia della nostra ricerca è del tutto differente, così come sono differenti le motivazioni che ci spingono a cercare un prodotto da applicare sul volto dopo l’utilizzo di Xpores.

Mi spiego meglio: i prodotti che abitualmente vengono venduti online e nelle farmacie sotto la categoria “creme per punti neri” sono prodotti che si ripromettono di mettere in atto un effetto compreso tra il peeling e lo scrub, per rimuovere il sebo contenuto nei punti neri.

Attraverso l’esfoliazione della pelle, questi prodotti si ripromettono (malamente) di eliminare i sottili strati di cellule morte che si depositano sui tessuti più esterni dell’epidermide, al fine di favorire la fuoriuscita del sebo che dà luogo ai punti neri.

Tutto questo, ripeto, non ci interessa e non ri riguarda (quantomeno in questa sede): noi abbiamo già rimosso la totalità dei punti neri mediante Xpores ed intendiamo ora lenire l’eventuale rossore e prevenire ricadute.

Non andate dunque mai ad abbinare l’azione di Xpores con quella prodotta da una crema esfoliante, dato che l’effetto finale potrebbe rivelarsi inutile, nel migliore dei casi, o dannoso, nel peggiore, visto che esfoliare una pelle già esfoliata non è quasi mai una buona idea.

Con l’espressione “crema per punti neri” non intenderò dunque riferirmi alla miriade di prodotti in commercio rivolti alla rimozione dei comedoni aperti, ma ad un prodotto da applicare sulla pelle dopo l’utilizzo dell’aspiratore per punti neri.

Identico discorso vale, logicamente, per tutti quei prodotti naturali o industriali che vanno a comporre la variegata galassia delle black mask o delle maschere per punti neri, dato che, ancora una volta, l’obiettivo in gioco non è rappresentato dalla rimozione dei comedoni aperti.

Chiudete dunque il blog che vi sta suggerendo di applicare bicarbonato di sodio, albume d’uovo o succo di limone sul vostro volto (non fatelo mai, dopo aver utilizzato Xpores!) e domandatevi cosa vi sta chiedendo la pelle in questo preciso momento.

Una crema per punti neri deve essere innanzitutto una crema idratante 

Se l’esfoliazione non è dunque l’obiettivo primario di questa fase della nostra dura lotta ai comedoni aperti e al loro possibile ritorno, interroghiamoci su quello che la nostra pelle ci chiede a seguito dell’eliminazione avvenuta mediante Xpores.

Per quanto sicuro, anallergico e dolce, Xpores rappresenta comunque una cura ad una problematica cutanea piuttosto ostica e come tale va considerata.

L’azione estrattiva dei punti neri garantita dalla pompa d’aspirazione AirPower attacca il comedone aperto fin nei suoi meandri più bui, andando a “succhiare” anche quei residui di sebo che risultavano irraggiungibili con i cerotti per punti neri o, ancor meno, tramite l’azione esercitata attraverso la pressione delle nostre dita.

Più che naturale, quindi, che la pelle possa accusare un minimo di sofferenza dopo l’utilizzo, dato che l’azione dell’aspiratore è andata ad interferire con le sue strutture più intime, trovando tutto quello che i comedoni aperti cercavano di nascondere.

Quello che dobbiamo fare, ora, è cercare di alleviare la minuscola e temporanea sofferenza della pelle e andare, al contempo a sfruttare il vuoto creatosi nei comedoni per impedirne il ritorno.

La crema per punti neri allevia la sofferenza a seguito dell’estrazione

Come saprai senz’altro, alla base della formazione dei punti neri vi è un meccanismo di occlusione dei pori dell’epidermide che si inceppa, favorendo il ristagno del sebo, prodotto a partire dalle apposite ghiandole delle quali il volto abbonda.

I piccoli pori che hanno originato i punti neri, quindi, hanno per un momento cessato di chiudersi a dovere, aprendo la porta ad accumuli di sebo, e sono rimasti incautamente aperti per tutta la durata della persistenza dei punti neri sul nostro volto.

Come avrai intuito, la rimozione del sebo dai punti neri libera finalmente i pori dell’epidermide da quel medesimo impedimento meccanico che impediva loro di chiudersi ed è proprio ora che dobbiamo andare ad agire in profondità, per impedire che il punto nero si riformi e che i nostri sforzi risultino vani.

Quale tipologia di crema per punti neri potrebbe quindi raggiungere i tessuti epidermici più profondi, penetrare nei fori della pelle, conferire loro sollievo e ripristinare l’elasticità, messa a serio rischio dalla temporanea atrofia?

Una buona crema idratante è in grado di fare tutto questo, senza troppa spesa e senza una sovrabbondanza di ingredienti che potrebbero, alla lunga, irritare ancora di più una pelle già provata dallo sforzo estrattivo.

Una crema lenitiva allevia il rossore e conferisce elasticità alla pelle

crema per eliminare punti neri

Come premesso, l’impiego di una crema idratante risolve entrambe le problematiche legate alla comparsa di un temporaneo rossore e alla perdità di elasticità, dovuta alla pessima occlusione dei fori, poi divenuti comedoni aperti.

Andando ad irrorare la pelle, la crema per punti neri idratante favorisce la microcircolazione a livello locale, consentendo ai capillari di irrorare le aree del volto rimaste “all’asciutto” dopo il processo estrattivo.

L’afflusso sanguigno ridotto o, talvolta eccessivo, è infatti la ragione principe alla base della comparsa di un vago rossore a seguito dell’utilizzo di Xpores, dato che l’estrazione del sebo contenuto nei comedoni aperti è comunque un’operazione complessa che richiede una certa dose di vigore.

Andando ad idratare la pelle con una semplice crema apposita, il lieve e temporaneo rossore cutaneo si allevierà in pochi istanti, fino a scomparire del tutto quando le cellule presenti sul naso e ai lati delle guance riprenderanno il loro processo vitale grazie all’afflusso di liquidi e sangue.

Oltre a favorire il rilascio dei lievi rossori che potrebbero comparire a seguito dell’utilizzo di Xpores, l’impiego di una crema per punti neri consente di idratare nuovamente tutti quei micro-pori della pelle che erano rimasti chiusi e secchi a causa degli accumuli di sebo depositati al loro interno.

La crema per punti neri restituisce elasticità alla pelle

La presenza di comedoni aperti rappresenta infatti la principale causa (e conseguenza, al tempo stesso) della secchezza dell’epidermide, dato che un poro ostruito dal sebo non ha modo di aprirsi e richiudersi secondo i normali meccanismi biologici, fino a rischiare la temporanea atrofia.

Il ricorso ad una crema idratante permette, in quest’ottica di andare ad agire su una serie di pori cutanei che risultano finalmente liberati dall’ostruzione meccanica rappresentata dal sebo e che necessitano di liquidi per tornare rapidamente a mettere in atto il loro ciclo vitale, composto da aperture e chiusure continue.

L’impiego di una crema per punti neri, a seguito dell’estrazione effettuata tramite Xpores, possiede dunque una duplice valenza, andando a lenire, da un lato, il lieve rossore provocato dal dispositivo stesso e, dall’altro, a rinvigorire tutti quei pori cutanei che avevano generato i comedoni aperti in base ad un’eccessiva secchezza.

Quale crema per punti neri scegliere?

Se ti stai domandando, giunto a questo punto, quale crema idratante per punti neri scegliere per terminare il processo iniziato con l’impiego di Xpores, ti preannuncio subito che la risposta al quesito possiede una natura strettamente personale.

Il mondo della cosmetica pullula letteralmente di creme idratanti per tutte le esigenze e per tutte le tasche: esistono creme iper-elaborate e costosissime e altre che puoi agevolmente reperire al supermercato a fronte di una spesa quasi irrisoria.

A differenza di altri preparati e prodotti cosmetici, nulla come una crema idratante richiede di essere provata per capirne il vero valore.

L’idratazione della nostra pelle è infatti un fenomeno piuttosto variabile, che muta a seconda del nostro tipo di pelle, della specifica circolazione sanguigna e di una miriade di altri fattori di natura strettamente personale.

Ciò che ha effetti miracolosi su una persona, potrebbe agevolmente non soddisfare le esigenze di un’altra, dal momento che l’interazione delle molecole contenute in una crema per punti neri e la nostra epidermide sono mutevoli e soggettive.

Dal momento che il 90% delle creme idratanti presenti in commercio non si trova soggetto a nessuna reale controindicazione, il mio suggerimento è quello di procedere per tentativi e di osservare quale prodotto raggiunge l’obiettivo nel minor tempo possibile e, possibilmente, con la minor spesa possibile.

L’importante, come premesso, è che si scelga un prodotto sicuro e adatto alla nostra pelle, dato che, dall’idratazione effettuata in sede di post-utilizzo di Xpores, dipende la possibilità di cadere vittime o meno di fastidiose recidive legate ai comedoni aperti.

Conclusioni

Xpores è l’unico dispositivo al mondo in grado di garantire un’estrazione dei punti neri pressoché totale e sicuramente soddisfacente.

Consiglio vivamente di abbinare l’utilizzo del dispositivo all’applicazione di una crema per punti neri rivolta alla limitazione delle problematiche e alla prevenzione delle recidive.

Non bisogna usare creme dal potenziale esfoliante, ma votarsi in direzione di una semplice crema idratante per garantire l’obiettivo e massimizzare i vantaggi connessi con l’impiego di Xpores.

La scelta della crema idratante più adatta alla nostra epidermide è strettamente personale e legata ad un numero di variabili che difficilmente le aziende cosmetiche possono considerare in fase di creazione del prodotto.

Per cui, dopo aver rimosso i punti neri con Xpores, applica sul tuo volto la crema idratante che preferisce e osserva i risultati che ottieni, nella garanzia di un successo annunciato.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su telegram

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram
Aspiratore di punti neri

Cambia il modo di pulirti il viso

Xpores è un prodotto che, attraverso una particolare aspirazione, è in grado di rimuovere le impurità della pelle (nello specifico i punti neri). È progettato per rendere la cute più pulita e libera da imperfezioni.

Xpores estrattore di punti neri

La pulizia del viso profonda, facile.
Da oggi a casa tua.

Xpores è l’innovativo aspiratore che elimina i punti neri e ti assicura una beauty routine efficace e senza stress. Risultati professionali, senza più bisogno dell’estetista.