Serve aiuto? Scrivici a: [email protected] | Lun – Ven dalle 9:00 alle 18:00
  • Spedizione gratuita in tutta Italia
  • Spedizione gratuita in tutta Italia

Caterina

Beauty Expert

Caterina

Beauty Expert

Pulizia del viso fai da te: il modo più efficace e indolore

Come ti spiegavo nel mio articolo dedicato alla scelta di un vaporizzatore facciale, la pulizia del viso rappresenta un’operazione cruciale per favorire l’asportazione dei comedoni aperti, effettuata mediante Xpores, e per prevenire le recidive.

La dilatazione indotta di tutti quei pori dell’epidermide che tendono ad occludersi, a causa di una perdita temporanea di elasticità, consente infatti un’estrazione del contenuto di sebo molto più agevole e un recupero di quella stessa elasticità perduta che aveva generato il problema.

Riuscire ad aprire i pori cutanei in modo indolore è dunque una pratica salutare che consentirà di produrre benefici alle strutture epidermiche del nostro volto di aiutarci nella dura battaglia contro gli odiati punti neri.

Dilatare i pori aiuta l’estrazione del sebo dai punti neri

Un vaporizzatore per la pulizia del viso rappresenta, al momento, lo strumento più efficace per dilatare pori e comedoni, anche se non l’unico.

In caso non sia riuscita a convincerti, riguardo l’efficacia e la sicurezza dei vaporizzatori presenti in commercio, ti fornirò qualche consiglio su come realizzare un’alternativa “casalinga”, in grado di aiutarti a raggiungere risultati del tutto paragonabili.

Nel corso di questo articolo mi concentrerò dunque sulle tecniche di pulizia del viso fai da te, offrendoti una serie di spunti finalizzati al miglioramento del tono dell’epidermide, con un riferimento particolare all’eliminazione dei punti neri.

Pulizia del viso fai da te: cosa si intende?

pulizia del viso fai da te

Probabilmente, avrai sentito parlare di pulizia del viso fai da te almeno un milione di volte, senza mai soffermarti realmente sul significato dell’espressione e sugli obiettivi che intendiamo realizzare attraverso la pratica.

La categoria legata alla pulizia del viso è ormai diventata una sorta di contenitore aspecifico, all’interno del quale vengono inserite tecniche cosmetiche del tutto diverse tra loro e non sempre funzionali allo scopo.

Con “Pulizia del viso fai da te” tendiamo ad indicare, infatti, una serie di processi del tutto differenti, finalizzati all’esfoliazione, alla rimozione delle cellule epiteliali morte, alla dilatazione dei pori cutanei o semplicemente ad un generico processo che mira a rendere più luminosa e morbida la pelle del volto.

Come sempre, prima di gettarti a capofitto nel primo blog trovato online e di correre in cucina a preparare strani composti a base di sostanze potenzialmente irritanti, fermati a riflettere sull’obiettivo che intendi raggiungere attraverso la pulizia del viso.

Se il tuo problema principale, sono i punti neri, ti sconsiglio vivamente di cimentarti con pratiche di scrub o di peeling casalinghi che potrebbero peggiorare il problema.

Non concentrarti su tecniche esfolianti!

Ogni epidermide si trova soggetta, per sua stessa costituzione, ad un novero di problematiche ben precise e non è detto che ciò che funziona per alleviare una problematica legata all’acne o alla secchezza cutanea possa rivelarsi utile per combattere i punti neri o la perdita di elasticità della pelle.

Pulire il volto” non significa solamente rimuovere le impurità, ma comprendere cosa la nostra pelle ci sta chiedendo e trovare il rimedio più adatto alla nostra specifica problematica.

Cerchiamo dunque di scremare tutto ciò che non risulta strettamente necessario al nostro obiettivo e di comprendere cosa intendiamo con l’espressione “pulizia del viso fai da te”.

Pulizia del viso fai da te: un aiuto contro i punti neri

Come saprai senz’altro, la ragione primaria alla base della genesi dei punti neri è rappresentata dalla perdita di elasticità del tessuto epidermico facciale e dalla conseguente mancata occlusione dei micro-pori presenti sul naso e sulle guance, rimasti aperti al punto di consentire accumuli di sebo al loro interno.

Se la soluzione definitiva alla problematica è rappresentata dall’impiego di Xpores, l’unico aspiratore per punti neri in grado di rimuovere il contenuto di sebo presente nei comedoni aperti e di ricompattare l’epidermide, è necessario svolgere alcune azioni preparatorie, atte a facilitare l’impresa e ad impedire recidive.

In quest’ottica, una pulizia del viso fai da te deve essere necessariamente un’operazione rivolta alla dilatazione dei pori cutanei rimasti aperti, rivolta a favorire la fuoriuscita del sebo dai comedoni aperti in modo pratico e indolore.

Lasciamo perdere quindi tutte quelle tecniche di peeling e scrub che possono rivelarsi utili per esigenze di diverso tipo e concentriamoci sulla dilatazione dei pori.

L’obiettivo della pulizia del viso fai da te è la dilatazione dei pori

Una pulizia del viso casalinga mirata all’esfoliazione potrebbe infatti rivelarsi controproducente nella lotta ai punti neri, andando ad irritare i tessuti e complicando il processo estrattivo messo in atto da Xpores.

Riservate lo scrub e il peeling ad altre problematiche cutanee e cercate di non scorgere nell’esfoliazione la panacea a tutti i mali della pelle.

Il nostro obiettivo, nel momento stesso in cui ci apprestiamo a compiere una pulizia del viso fatta in casa, è semplicemente quello di garantire una maggior dilatazione dei pori cutanei, al fine di liberarli dal sebo e di garantire il ripristino delle loro naturali funzionalità.

Pulizia del viso in casa: come dilatare i pori senza irritare la pelle?

pulizia del viso

Una volta chiarito cosa dobbiamo fare (dilatare i pori della pelle), resta da capire come, di modo da mettere in atto una pulizia del viso fai da te indolore ed efficace.

Come avrete intuito, mettete da parte succo di limone e affini, onde evitare di irritare la vostra pelle e mettetevi alla ricerca di preparati naturali in grado di ammorbidire la pelle in modo da garantire l’apertura dei pori cutanei.

Sottolineo fin dall’inizio che la dilatazione di pori che intendiamo ottenere, mediante il ricorso ad una pulizia del viso fatta in casa, deve necessariamente avere carattere temporaneo: dobbiamo dilatare i forellini dell’epidermide solo per favorire la fuoriuscita del sebo e non in modo permanente!

Lo schema che dobbiamo seguire nel corso della nostra pulizia del viso fai da te è semplicemente quello legata a: dilatazione indotta dei pori; estrazione del sebo; ricompattamento delle strutture epidermiche; nuova chiusura (senza più l’impedimento meccanico) dei comedoni.

Una soluzione molto semplice ed economica per realizzare una pulizia del viso fai da te indolore e efficace è rappresentata dal ricorso ad un panno e a dell’acqua calda, possibilmente mantenuta intorno alla temperatura costante compresa tra i 40 e i 45 gradi.

Prova ad immergere un panno bagnato all’interno di una semplicissima soluzione a base di acqua calda e bicarbonato di sodio, strizza il panno (non deve essere fradicio!) e applicalo sul volto per tre o quattro sessioni.

Il processo ormetico prodotto dal contatto dell’acqua calda produrrà un effetto simile (anche se, in parte, surrogato) a quello messo in campo dal vaporizzatore dal quale eravamo partiti, spingendo i pori cutanei a dilatarsi per un breve periodo e a favorire l’aspirazione del sebo e della melanina contenuti al loro interno.

Un’altra semplice soluzione per dar vita ad una pulizia del viso fatta in casa consiste nell’effettuare dei suffumigi mirati al volto.

I suffumigi possono sostituire il vaporizzatore, ma non del tutto

Come ti ho già spiegato nel corso del mio articolo dedicato al vaporizzatore per la pulizia del viso, questo rimedio rischia di rivelarsi aspecifico e non in grado di raggiungere pienamente l’obiettivo, anche se, in assenza di un apposito strumento, potrà comunque rivelarsi efficace.

L’importante è che tu riponga attenzione alla temperatura dell’acqua e che cerchi di mantenere, per tutta la durata del trattamento, uno standard compreso tra i 40 e i 45 gradi centigradi (se possiedi un termometro apposito, usalo!), onde evitare l’inefficacia del trattamento o possibili arrossamenti, derivanti dal troppo calore.

Se desideri implementare i tuoi trattamenti mediante il ricorso a spezie e aromi naturali, il timo e il prezzemolo risultano particolarmente indicati, per via delle loro proprietà.

Unisci al composto di acqua e bicarbonato di sodio un pizzico di prezzemolo e timo, sia per quanto concerne la vaporizzazione, sia per il trattamento con il panno umido, e procedi all’applicazione senza timore.

Entrambe le spezie possiedono la capacità di attrarre le impurità e le tossine e di liberare quindi la pelle da una parte di quegli impedimenti meccanici che impediscono la piena chiusura dei comedoni aperti.

Per realizzare una pulizia del viso fai da te efficiente ed indolore, non serve davvero altro e non c’è bisogno che tu scandagli i meandri del web alla ricerca di creme dal potere miracoloso.

L’impiego di una crema, possibilmente dal potenziale idratante, avrà luogo (come ti spiegavo) in sede di post-utilizzo di Xpores, mentre qui, nel trattare la pulizia del viso stiamo andando a compiere una sorta di rituale preparatorio, rivolto a migliorare i benefici dell’aspiratore.

La pulizia del viso fai da te migliora la resa di Xpores

la pulizia del viso fai da te

Ricapitolando un attimo il concetto: il nostro obiettivo è quello di dare vita ad una beauty routine in grado di liberarci per sempre dagli odiati punti neri e di prevenire eventuali recidive.

Dal momento che i punti neri si generano a partire dalla mancata chiusura di alcuni pori cutanei, occlusi dalla perdità di elasticità e dagli accumuli di sebo, l’eliminazione dei comedoni aperti avrà luogo in tre fasi.

Nel corso della prima fase dovremo concentrarci su una pulizia del viso fai da te in grado di dilatare il più possibile quei medesimi pori cutanei che si trovano ad essere ostruiti dagli accumuli di sebo.

Nella seconda fase, impiegheremo Xpores per estrarre completamente il contenuto di sebo dai comedoni e per ricompattare tutte quelle strutture epidermiche che si trovano a soffrire di una carenza di elasticità, in parte congenita, in parte legata proprio all’ostruzione esercitata dal sebo.

Infine, servirà una buona crema idratante per lenire l’eventuale lieve rossore, prodotto a partire dall’impiego dell’aspiratore, e per conferire linfa vitale alle pelle, di modo da impedire nuove perdite di elasticità.

In base a questo processo, puoi comprendere immediatamente quanto una buona pulizia del viso fatta in casa risulti funzionale all’utilizzo di Xpores.

La capacità di dilatare i pori cutanei ormai intasati andrà infatti a favorire il processo aspirativo, rendendolo del tutto indolore e molto più semplice.

La pulizia del viso aiuta Xpores, non lo sostituisce

Considera dunque la pulizia del viso fai da te come una sorta di atto preparatorio all’apice del nostro processo, rappresentato, inutile dirlo, proprio dall’azione meccanica esercitata dalla pompa ad aria, AirPower, presente nel dispositivo Xpores.

Riusciresti ad estrarre con maggior facilità una scheggia di legno incastratasi in una trave del soffitto o in un soffice budino al cioccolato?

Ecco, la colorita metafora serve per spiegarti quanto il livello di morbidezza e permeabilità del tessuto in questione risulti cruciale nel corso del processo estrattivo.

Una pelle ammorbidita e dilatata ad arte dalle molecole calde presenti in un panno umido, negli effluvi di vapore prodotti a partire dai suffumigi o dal vaporizzatore stesso è una pelle che è temporaneamente divenuta estremamente malleabile e dunque più adatta alla rimozione meccanica dei comedoni aperti.

Anche se la pulizia del viso fai da te dovesse (e lo farà!) mostrarti ottimi risultati e favorire la naturale fuoriuscita di parte del sebo contenuto nei punti neri, ricordati sempre che il processo non è fine a se stesso, ma parte integrante di un percorso curativo molto più ampio.

La semplice vaporizzazione o la pulizia del viso casalinga non saranno mai in grado di rimuovere la totalità del sebo presente nei comedoni aperti e necessitano sempre dell’impiego di Xpores.

Per quanto anche vapore e panni umidi favoriscano il distacco di alcuni punti neri, la loro azione si limita ad essere spesso superficiale e non adeguatamente mirata.

Per quanto la pulizia del visto riesca già, in parte, a porre un argine alla problematica dei punti neri, favorendo la fuoriuscita spontanea di parte del loro contenuto sebaceo, non riuscirà mai ad estrarre in profondità la totalità degli accumuli e a porre la pelle al riparo dal rischio di recidive.

La pulizia del viso fai da te acquista dunque significato in ottica di preparazione di ausilio; non è altro che un processo volto a favorire l’azione di Xpores sull’epidermide e a limitare la possibilità legata alla comparsa di un transitorio rossore sul volto a seguito dell’utilizzo.

Realizzando una buona pulizia del viso fai da te, avremo dunque modo di trarre ulteriori benefici dall’impiego di Xpores e di sfruttare ancora più a fondo le potenzialità dell’aspiratore per punti neri.

Il mio consiglio, rivolto a tutti coloro che si trovano a soffrire delle problematica è dunque quello di seguire in ordine tutte e tre le fasi del percorso descritto sopra e di preparare un’ottima pulizia del viso fai da te prima di usare Xpores.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su telegram

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram
Aspiratore di punti neri

Cambia il modo di pulirti il viso

Xpores è un prodotto che, attraverso una particolare aspirazione, è in grado di rimuovere le impurità della pelle (nello specifico i punti neri). È progettato per rendere la cute più pulita e libera da imperfezioni.

Xpores estrattore di punti neri

La pulizia del viso profonda, facile.
Da oggi a casa tua.

Xpores è l’innovativo aspiratore che elimina i punti neri e ti assicura una beauty routine efficace e senza stress. Risultati professionali, senza più bisogno dell’estetista.